Il Blog di PC-Crash.it

Benvenuto nel nostro blog specialistico dedicato alla ricostruzione degli incidenti stradali e all'analisi forense in generale.

Pneumatici intelligenti: in fase di sperimentazione un'innovativa applicazione per il monitoraggio del manto stradale

Pneumatici intelligenti: in fase di sperimentazione un'innovativa applicazione per il monitoraggio del manto stradale

La presente tecnologia, recentemente introdotta in fase di sperimentazione a Firenze e Bologna per il monitoraggio delle strade urbane attraverso gli pneumatici di autobus metropolitani, si basa su un'idea sviluppata da uno  studio condotto da Alessandro Marradi, docente al Dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale dell'Università di Pisa, in collaborazione con Graham Salt e Lily Grimshaw, rispettivamente Technical Director e Pavement Engineer di Geosolve.

L'idea di monitorare lo stato dell'asfalto tramite sensori sulle ruote dei mezzi pesanti è tratta da uno studio congiunto di Alessandro Marradi, docente al Dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale dell'Università di Pisa, con Graham Salt e Lily Grimshaw, rispettivamente Technical Director e Pavement Engineer di Geosolve. Dopo una fase iniziale di sviluppo in Nuova Zelanda, il sistema è stato testato nelle reti metropolitane di Roma e Firenze. Il principale vantaggio, secondo i ricercatori, consiste nel riuscire a monitorare reti di strade molto ampie (70-150 km al giorno a seconda delle condizioni di traffico).

In particolare, in relazione a tale tecnologia il Prof. Marradi spiega che: "Un'analisi in continuo dello stato di deterioramento delle pavimentazioni stradali è necessaria per programmare interventi di manutenzione tempestivi, che evitino alle amministrazioni costi aggiuntivi. Fino ad ora queste analisi potevano eseguite attraverso strumentazioni in grado di valutare la deformazione della superficie stradale a seguito dell'applicazione di un carico dinamico (Falling Weight Deflectometer, FWD). È chiaro che in questo modo è possibile valutare solo postazioni puntuali, di solito ogni 50 o 100 metri circa. In ambito urbano invece, data la grande variabilità che caratterizza le condizioni dei sottofondi, è necessario focalizzare l'attenzione su misure continue. La nostra proposta è stata quella di sfruttare le nuove tecnologie disponibili, inserendo sensori direttamente all'interno delle ruote di mezzi pesanti, che possano fornire informazioni su molti aspetti dello stato della pavimentazione. Non solo le deflessioni prodotte dal carico ma anche indicazioni sulla macrotessitura, la regolarità e la resistenza al rotolamento". 


Di seguito è riportato il link dell'articolo completo, tratto dal sito di Sicurauto.it

Sfatiamo un mito: le velocità in urto frontale non...
Crash Test DSD 2023 - Linz
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Sei già un Utente? Clicca qui per accedere
Ospite
Mercoledì, 17 Aprile 2024

Cerca nel blog

Di tutto un po'

Più Letti