Il Blog di PC-Crash.it

Benvenuto nel nostro blog specialistico dedicato alla ricostruzione degli incidenti stradali e all'analisi forense in generale.

ADAC: come le basse temperature influiscono su consumi e autonomia dei veicoli elettrici

ADAC: come le basse temperature influiscono su consumi e autonomia dei veicoli elettrici

Le auto elettriche richiedono molta più energia in inverno che in estate. Ma perché esattamente? E come ottimizzare i consumi energetici? Nel presente articolo, tratto dal sito del club automobilistico tedesco ADAC, sono riportate spiegazioni, misure e consigli pratici in merito alla guida e alla gestione dei veicoli elettrici nei periodi invernali.

Come noto per molti possessori di veicoli elettrici, non appena le temperature scendono sotto lo zero i consumi tendono solitamente ad aumentare notevolmente. Secondo quanto emerso da una recente ricerca condotta dal club automobilistico ADAC (Allgemeiner Deutscher Automobil-Club), tale fenomeno si verifica sostanzialmente per i due seguenti motivi:

  • l' abitacolo , i finestrini ed eventualmente anche i sedili e il volante devono essere riscaldati con l'energia elettrica fornita dalla batteria di trazione;
  • le batterie operano solitamente in condizioni di massima efficienza entro un range di temperatura compreso tra 20 e 40 gradi Celsius.

In particolare, il raggiungimento del funzionamento della batteria entro detta finestra termica in inverno può rappresentare una sfida tecnica. Infatti, per riscaldare una batteria del peso di diverse centinaia di chilogrammi, a partire dalle basse temperature dovute all'ambiente esterno, è necessaria una grande quantità di energia.

A tal proposito, per stimare le perdite di energia a diverse temperature esterne e documentarle tramite numeri, l'ADAC ha valutato diversi protocolli di misurazione ed ha anche effettuato rilevazioni con più veicoli elettrici. In particolare, sono state considerate tre diverse serie di test:
  1. misurazioni Green NCAP sul banco di prova;
  2. guida reale sul sito di prova ADAC;
  3. protocolli di consumo dai test di resistenza ADAC.

Da tali test (i cui risultati sono più dettagliatamente esposti nel sito di ADAC), è emerso come, in inverno, il consumo energetico delle auto elettriche risulta talvolta notevolmente più elevato. Ciò è particolarmente evidente per i pendolari quando le temperature sono sotto lo zero e con molte partenze a freddo. Tuttavia, secondo ADAC, la perdita di autonomia nei viaggi brevi di solito non costituisce un rilevante problema in quanto, almeno per quanto riguarda l'uso dell'automobile in Germania, vi sono abbastanza possibilità di riuscire a ricaricare la batteria alla wallbox domestica, ad una stazione di ricarica o presso il luogo di lavoro.

Inoltre, durante i viaggi più lunghi, è possibile pianificare il consumo aggiuntivo, prevedendo una sosta aggiuntiva per la ricarica. Infine, non bisogna dimenticare che anche un motore a benzina o diesel consuma più carburante in inverno: i primi sono mediamente soggetti ad un aumento dei consumi del 15%, mentre i secondi di circa il 24% (dati Green NCAP).


Di seguito il link dell'articolo completo, tratto dal sito di ADAC.
Il CDR Bosch 900 disponibile a noleggio
NHTSA: da evitare l'utilizzo di decorazioni afterm...
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Sei già un Utente? Clicca qui per accedere
Ospite
Mercoledì, 12 Giugno 2024

Cerca nel blog

Di tutto un po'

Più Letti