Il Blog di PC-Crash.it

Benvenuto nel nostro blog specialistico dedicato alla ricostruzione degli incidenti stradali e all'analisi forense in generale.

Utilizzare i dati del cronotachigrafo - nuovo tutorial per PC-Crash

Utilizzare i dati del cronotachigrafo analogico - nuovo tutorial per PC-Crash

​Salvo casi particolari, la traiettoria di un autoarticolato che collide contro una vettura (o un veicolo a due ruote o un pedone) rimane sostanzialmente invariata dopo l'urto. Partendo da questa considerazione i dati di un cronotachigrafo possono essere vantaggiosamente utilizzati per ricostruire la velocità dell'autoarticolato al momento dell'impatto e per analizzarne gli spostamenti pre-urto.


In PC-Crash l'analisi può essere effettuata con il metodo descritto  in questo tutorial, il cui video è visibile anche in fondo all'articolo. Concettualmente, le procedura, si articola nei seguenti passaggi:

  1. I dati del cronotachigrafo vengono caricati in una tabella excel (disponibile nel file zip allegato al tutorial) e poi esportati in un formato compatibile con pc-crash
  2. All'interno del software si importano i dati del cronotachigrafo e, partendo dalla posizione di quiete dell'autoarticolato, se calcola a ritroso il percorso
  3. Dal calcolo a ritroso si ricavano la velocità e la direzione al momento dell'urto, ai fini della successiva simulazione del sinistro
  4. In avanti, si procede alla ricostruzione dell'incidente che ha coinvolto l'autoarticolato e il veicolo (o il pedone)
  5. Infine, sempre dai dati del cronotachigrafo, si può ricostruire la fase pre-urto per determinare i punti di avvistamento e l'eventuale evitabilità.


IL VIDEOTUTORIAL

iPad equipaggiato con Lidar: funzionamento e prime...
RCA: il business per le Compagnie e le prospettive...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Sei già un Utente? Clicca qui per accedere
Ospite
Martedì, 28 Settembre 2021

Cerca nel blog

Di tutto un po'

Più Letti