RICERCA UTENTI

In questa sezione potrai ricercare e visualizzare i Profili degli Utenti del Sito
Avatar

Francesco Del Cesta

OffLine
Membro da: Giovedì, 30 Aprile 2015
Ultima Visita: Venerdì, 20 Maggio 2022
Dettagli
Nome
Francesco
Cognome
Del Cesta
Recapiti
Nazione
Italia
Regione
Toscana
Provincia
PI
Città
San Giuliano Terme
Indirizzo
Via Turati, 35
CAP
56017
Cellulare (obbligatorio)
3336245116
Telefono Ufficio
050810450
Fax Ufficio
050812700
Mappa Google
Via Filippo Turati, 35, 56017 Metato PI, Italia
mappa_google_lat
43.7638973
mappa_google_lng
10.3644631
Altre Informazioni
Titolo
Ing.
Organizzazione
Studio Del Cesta
Sito Web
http://www.studiodelcesta.com
Note Personali
Certificato Norma UNI 11294:2015 - Certificato RIS-005 emesso il 21-06-2016
Iscrizione ad Ordini ed Associazioni
Ordine degli Ingegneri, Asais-EVU Italia
PC-Crash
Versione PC-Crash
14.0
Tipologia
Expert
Intestazione Licenza
Studio Del Cesta
Post nel Forum
Visite: 22
Logica attivazione 'cofano attivo'
Discussioni generali sulla Ricostruzione dei sinistri stradali
Logica attivazione 'cofano attivo'
Buongiorno Alberto, no non ho mai avuto a che fare con situazioni simili. Però interessante come caso. Se raccogli qualche informazione in più e la vuoi condividere sarà sicuramente di grande aiuto per la comunità. Un saluto,
Inviato alle 3 Settimane 6 Giorni fa
Visite: 22
Black Box
Utilizzo delle Scatole Nere
Black Box
Si purtroppo anche i dati EDR possono essere cancellati, come normalmente accade quando si resetta la centralina airbag per far spegnere la spia.
Inviato alle 3 Settimane 6 Giorni fa
Visite: 49
equivalent speed 55 km/h
Ciao Ernesto, il valore di 55 km/h sarebbe l'EES, che a tali velocità coincide in pratica con l'EBS. Nel caso di due autovetture, di pari massa, che si scontrano frontalmente, 55km/h è quindi la velocità che entrambe devono avere al fine di produrre un EES di 55km/h. Questo perché due vetture di...
Inviato alle 4 Mesi 6 Giorni fa
Visite: 86
Primo Utilizzo di CDR-900
Buonasera, scusa il ritardo nella risposta non avevo visto il post. No la VW Passat 2016 non risulta leggibile, suppongo non abbia la funzione EDR. La lettura del VIN non implica una avvenuta comunicazione con l'EDR perché il VIN viene letto da altra centralina (tipicamente quella motore). Anche su veicoli...
Inviato alle 5 Mesi 1 Settimana fa
Visite: 68

Letta con successo una VW Arteon 2020 tramite DLC, con software versione 19.4. La centralina EDR memorizza fino a 6 crash, comprensivi di dati sulla fase d'urto (deltaV) e sulla fase pre-urto, con intervallo di tempo di 0,5 secondi. I dati indicati come dati all'urto sono in realtà l'ultimo...

Inviato alle 7 Mesi 23 Ore fa
Visite: 64

Letta con successo una VW T-Cross 2019 tramite DLC, con software versione 19.4. La centralina EDR memorizza fino a 6 crash, comprensivi di dati sulla fase d'urto (deltaV) e sulla fase pre-urto, con intervallo di tempo di 0,5 secondi. I dati indicati come dati all'urto sono in realtà l'ultimo...

Inviato alle 7 Mesi 23 Ore fa
Visite: 52

Letta con successo una VW Polo 2018 tramite DLC. La centralina EDR memorizza fino a 6 crash, comprensivi di dati sulla fase d'urto (deltaV) e sulla fase pre-urto, con intervallo di tempo di 0,5 secondi. I dati indicati come dati all'urto sono in realtà l'ultimo campione letto prima del crash (non...

Inviato alle 7 Mesi 23 Ore fa
Visite: 89

Letta una VW Golf ann0 2018, con versione CDR 19.4 e lettura direttamente dalla centralina D2M. La centralina EDR memorizza fino a 6 crash, comprensivi di dati sulla fase d'urto (deltaV) e sulla fase pre-urto, con intervallo di tempo di 0,5 secondi. Per la collisione viene memorizzata anche la...

Inviato alle 8 Mesi 2 Settimane fa
Visite: 180
Modelli 3D
CAD, Grafica e Modelli 3D
Modelli 3D
Ciao Roberto, non avevo visto il post scusa. Scrivimi perfavore un ticket di assistenza con i modelli di interesse, l'anno di produzione e una fotografia per ciascun modello. Un saluto,
Inviato alle 11 Mesi 1 Settimana fa
Visite: 225
Motociclo contro cancello a bandiera
Simulazioni e Multibody
Motociclo contro cancello a bandiera
Ciao Stefano. Si in linea di principio è fattibile. Deve essere costruito il modello multi-body del cancello, E poi puoi simularne l'urto con il motociclista, sempre multi-body. Se gentilmente apri un ticket ti mando alcune indicazioni. Un saluto,
Inviato alle 1 Anno 1 Mese fa
Altri articoli...
Post nel Blog

Nasce a Pisa nel 1986 e dal 2002 inizia ad occuparsi di ricostruzioni cinematiche e perizie ergonometriche all’interno dello Studio del padre, Andrea Del Cesta.

Nel 2005 si iscrive al corso di Laurea in Ingegneria Elettronica presso l’Università di Pisa, dove consegue la Laurea Magistrale nel 2012 con votazione di 110/110. Nel mese di ottobre 2015 termina il percorso di Dottorato di Ricerca in Microelettronica Analogica presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa.

Dal 2015 è il responsabile in Italia per l’assistenza tecnica e la formazione relativamente al software per la ricostruzione degli incidenti stradali PC-Crash ed è ad oggi referente IBB per il sistema CDR Bosch. Lavora come Consulente per Privati, Avvocati, Agenzie di Infortunistiche e Tribunali su tutto il territorio italiano.

Nel 2020 pubblica il suo primo libro, "Il Manuale dell'Accertamento Tecnico nel Sinistro Stradale" ed inizia l'attività di Prof. a Contratto per l'esame di "Ricostruzione degli Incidenti Stradali" nel corso di Laurea in Ingegneria dei Veicoli presso l'Università di Pisa.

iPhone 13 Pro con lidar: scansione dei veicoli e delle scene

iPhone 13 Pro con lidar: scansione dei veicoli e delle scene

In questo articolo del 17 marzo 2021 avevamo parlato del funzionamento del sistema Lidar integrato nell'iPad Pro, che ci aveva lasciato con qualche riserva. Con i nuovi iPhone Pro il sistema è stato notevolmente migliorato ed è diventato un valido strumento per il rilievo delle deformazioni ai veicoli. All'interno dell'articolo è presente un video che mostra come effettuare le scansioni e i risultati che si possono ottenere.

Continua a leggere
372 Visite
0 Commenti

Finalmente ufficiale il nuovo Regolamento Europeo sui Dispositivi EDR

Finalmente ufficiale il nuovo Regolamento Europeo sui Dispositivi EDR

Il regolamento europeo 2022/545 del 26 gennaio 2022, che estende il precedente regolamento 2019/2144,  è stato finalmente ufficializzato e contiene importanti novità per quanto concerne i sistemi EDR. In particolare è stata stabilita l'obbligatorietà di rendere accessibili i dati dei dispositivi ed è stato ampliato l'elenco dei dati che dovranno essere resi disponibili.

Continua a leggere
221 Visite
0 Commenti

Le tracce di vernice nella compatibilità dei danni

Le tracce di vernice nella compatibilità dei danni

​Nell'analisi della compatibilità dei danni leggiamo spesso pareri negativi per il mancato trasferimento di vernice fra le carrozzerie delle due vetture coinvolte. Ma siamo sicuri che sia così?

Continua a leggere
748 Visite
0 Commenti

File Excel per creare il percorso KML di un veicolo dai dati GPS

File Excel per creare il percorso KML di un veicolo dai dati GPS

Per gli utenti PC-Crash e per chi ha frequentato i nostri corsi sulle scatole nere, abbiamo realizzato un tool Excel per ricavare il percorso di un veicolo a partire da una lista di posizioni GPS. Il tool, disponibile per il download direttamente dal sito, sfrutta il software gratuito GPS Babel per convertire le posizioni GPS (ricavate ad esempio da una scatola nera) in un file KML che può essere visualizzato in modo semplice ed immediato in Google Earth.

Continua a leggere
537 Visite
0 Commenti

Accelerometri e Giroscopi: ricostruire il percorso di un veicolo con i dati delle scatole nere

Accelerometri e Giroscopi: ricostruire il percorso di un veicolo con i dati delle scatole nere

Una interessante applicazione delle scatole nere più moderne installate dalle Compagnie di Assicurazione è la possibilità di ricostruire il percorso di un veicolo utilizzando i dati degli accelerometri e dei giroscopi. Vediamo come fare.

Continua a leggere
500 Visite
0 Commenti

Metodo delle direzioni conosciute: perché entra in crisi con gli urti frontali

Metodo delle direzioni conosciute: perché entra in crisi con gli urti frontali

​Chi si occupa di ricostruzioni avrà affrontato il calcolo delle velocità per urti pressoché frontali, scoprendo come sia difficile ricostruirli con i metodi a ritroso, perché le velocità stimate variano di decine di km/h anche per piccole variazioni degli angoli pre-urto. Ma come mai accade?

Continua a leggere
1438 Visite
0 Commenti

CDR Bosch e nuvole di punti: combinazione vincente per il calcolo delle velocità

CDR Bosch e nuvole di punti: combinazione vincente per il calcolo delle velocità

​L'utilizzo combinato del CDR Bosch e delle nuvole di punti dà una nuova linfa al metodo di Mc-Henry per il calcolo delle velocità di collisione. In origine, il metodo richiedeva al ricostruttore di determinare il PDOF e le energie di deformazione dall'analisi dei danni, e questo introduceva una certa incertezza nei risultati dei calcoli. Con l'avvento del CDR Bosch, questa "stima" non è più necessaria, rendendo l'analisi molto più oggettiva.

Continua a leggere
Commenti recenti
Mattia Sillo
Ciao Francesco. Nell'esempio che hai riportato, nel calcolare il delta-V dello Scooter da quello della Toyota quale massa hai usat... COM_EASYBLOG_READMORE_HERE
Venerdì, 22 Ottobre 2021 14:21
Francesco Del Cesta
Ciao Mattia grazie per il tuo commento. Sulla prima parte, ho usato la massa combinata dello scooter e del conducente. Per quanto ... COM_EASYBLOG_READMORE_HERE
Lunedì, 25 Ottobre 2021 07:44
1035 Visite
2 Commenti

Comportamento di guida dei conducenti: interessante studio sui tempi di osservazione

Comportamento di guida dei conducenti: interessante studio sui tempi di osservazione

In occasione della conferenza EVU Europa 2019 di Barcellona è stato presentato un interessante studio sul comportamento di guida dei conducenti con particolare riguardo ai tempi mediamente impiegati per osservare un oggetto, cioè su quanto tempo viene dedicato ad osservare un oggetto stradale prima di riconoscerlo. La conoscenza di questi dati può essere di grande ausilio al tecnico, nel momento in cui deve valutare la condotta di guida di un soggetto coinvolto in un sinistro stradale (ad esempio per valutare quanto tempo prima di un sorpasso il conducente può aver guardato nello specchietto retrovisore).

Continua a leggere
398 Visite
0 Commenti

Iniziano i lavori del 29esimo Convegno EVU Europa

Iniziano i lavori del 29esimo Convegno EVU Europa

Stamani sono iniziati i lavori del 29esimo Convegno EVU Europa, per la prima volta in modalità on-line. Dopo la pausa forzata dell'anno scorso sono finalmente ripresi i lavori dell'Associazione a livello europeo, con l'auspicio che a partire dal 2022 le attività possano riprendere regolarmente in presenza. Nel frattempo siamo ben felici di questa interessante occasione di formazione.

Continua a leggere
349 Visite
0 Commenti

Le riviste IMPACT disponibili per il download sul sito ASAIS-EVU Italia

Le riviste IMPACT disponibili per il download sul sito ASAIS-EVU Italia

In un articolo del luglio 2018 avevamo già parlato della convenzione fra ITAI (Institute of Traffic Accident Investigators) ed EVU Europa, per la distribuzione gratuita della rivista Impact ai Soci. Da aprile 2021 le riviste sono disponibili anche sul sito web del country group italiano ASAIS-EVU Italia, all'interno della sezione "Documenti". Le riviste raccolgono studi molto interessanti, il cui elenco è raccolto all'interno dell'articolo.

Continua a leggere
1065 Visite
0 Commenti

La storia della ricostruzione: 5 cose che non tutti sanno

La storia della ricostruzione: 5 cose che non tutti sanno

La ricostruzione degli incidenti stradali è una di quelle materie che si impara sul campo, perché ad oggi non esiste un programma di formazione specifico ne a livello di scuola dell'obbligo ne a livello universitario. Sono quindi rare le opportunità di conoscere le origini di questa disciplina e la sua storia, ricca di aneddoti interessanti ma che pochi conoscono.

Continua a leggere
1470 Visite
0 Commenti

I limiti di copertura dell'assicurazione RCA

I limiti di copertura dell'assicurazione RCA

L'assicurazione RCA copre i sinistri che avvengono in aree private? La domanda è sempre stato oggetto di ampio dibattito e il 18 dicembre 2019 la Sezione III della Cassazione, con ordinanza interlocutoria, ha posto alle Sezioni Unite un quesito specifico in merito: "se l'art. 122 del Codice delle assicurazioni private debba interpretarsi, alla luce della giurisprudenza della Corte di Giustizia dell'Unione Europea, nel senso che la nozione di circolazione su aree equiparate alle strade di uso pubblico comprenda e sia riferita a quella su ogni spazio in cui il veicolo possa essere utilizzato in modo conforme alla sua funzione abituale". In attesa della risposta, l'articolo pubblicato sul magazine "Il Risarcimento" di GiEsse ripercorre quella che fino ad oggi è la giurisprudenza in materia. L'articolo è a firma dell'avv. Marco Bona del Foro di Torino e del dott. Bruno Marusso, vicepresidente Giesse Risarcimento Danni.

Continua a leggere
632 Visite
0 Commenti

Al via la Qualificazione Professionale di ASAIS-EVU Italia

Al via la Qualificazione Professionale di ASAIS-EVU Italia

Nel 2020 l'associazione ASAIS-EVU Italia è stata riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico come rappresentativa dei Professionisti nel settore della ricostruzione degli incidenti stradali. Questo ha permesso all'associazione di emettere un attestato di iscrizione, che molti Soci hanno già ricevuto. Adesso, è stato compiuto un ulteriore passaggio, con l'avviamento della Qualificazione Interna ai sensi della legge 14/01/2013 n° 4. 

Continua a leggere
751 Visite
0 Commenti

La Presentazione del Corso per il Confronto tra Ricostruzioni Tradizionali e con i Software

Tag:
296 Visite
0 Commenti

La presentazione del corso sull'utilizzo dei dati delle Scatole Nere

495 Visite
0 Commenti

Incidenti con animali selvatici: le novità dalla Cassazione 2020

Incidenti con animali selvatici: le novità dalla Cassazione 2020

La Terza Sezione della Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 7969/2020, ha chiarito aspetti fondamentali per il risarcimento di sinistri cagionati da fauna selvatica. L'articolo è tratto dal Magazine "Il Risarcimento" di GIESSE Risarcimento Danni ed è a firma dell'avv. Filippo Martini e dell'avv. Pietro Valerio Zinga del Foro di Milano.

Continua a leggere
1136 Visite
0 Commenti

iPad equipaggiato con Lidar: funzionamento e prime impressioni

iPad equipaggiato con Lidar: funzionamento e prime impressioni

Il nuovo iPad Pro, uscito nel 2020, è stato equipaggiato con un Lidar (Laser Imaging Detection and Ranging) divenendo di fatto il primo tablet dotato di un sistema di misura laser. Potrà trovare applicazioni nel campo dell'infortunistica stradale? In questo breve articolo riportiamo i nostri risultati dopo 5 mesi di utilizzo.

Continua a leggere
3612 Visite
0 Commenti

Utilizzare i dati del cronotachigrafo - nuovo tutorial per PC-Crash

Utilizzare i dati del cronotachigrafo analogico - nuovo tutorial per PC-Crash

​Salvo casi particolari, la traiettoria di un autoarticolato che collide contro una vettura (o un veicolo a due ruote o un pedone) rimane sostanzialmente invariata dopo l'urto. Partendo da questa considerazione i dati di un cronotachigrafo possono essere vantaggiosamente utilizzati per ricostruire la velocità dell'autoarticolato al momento dell'impatto e per analizzarne gli spostamenti pre-urto.

Continua a leggere
792 Visite
0 Commenti

RCA: il business per le Compagnie e le prospettive per il danneggiato

RCA: il business per le Compagnie e le prospettive per il danneggiato

​Un interessante articolo a firma del Dott. Claudio Demozzi, Presidente Nazionale SNA (Sindacato Nazionale Agenti), riportato sul magazine "Il Risarcimento" di GIESSE Risarcimento danni, esamina il business del mercato RCA per le Compagnie di Assicurazione. Il dato che emerge, senza stupire, è l'ampio margine di guadano delle imprese Assicuratrici e la grande solvibilità delle stesse rispetto alla richieste di risarcimento, nonostante le lamentate truffe e i dichiarati costi di gestione.

Continua a leggere
819 Visite
0 Commenti

La pericolosità dell'abitudine nell'analisi tecnica

La pericolosità dell'abitudine nell'analisi tecnica

Durante il nostro lavoro di ricostruttori ci sono formule e procedure che affrontiamo in modo ricorrente e che applichiamo nella maggior parte dei casi che trattiamo. Questo agire abitudinario può però rivelarsi pericoloso, perché piano piano la formula crea nella nostra mente un concetto assoluto, che smettiamo di analizzare con spirito critico.

Continua a leggere
979 Visite
0 Commenti

Ricerca Rapida

Visitatori Recenti

Venerdì, 20 Maggio 2022
Giovedì, 19 Maggio 2022
Giovedì, 19 Maggio 2022
Giovedì, 19 Maggio 2022
Giovedì, 19 Maggio 2022

Chi è online

Ci sono 123 Visitatori e Nessun Utente online

Kubik-Rubik Joomla! Extensions

Statistiche Sito

Utenti
1114
Pagine
306
Visite
419179