Il Blog di PC-Crash.it

Benvenuto nel nostro blog specialistico dedicato alla ricostruzione degli incidenti stradali e all'analisi forense in generale.

Elenco di veicoli interfacciabili con il sistema CDR Bosch

Schema di utilizzo del sistema CDR BOSCH

​Come molti sapranno, negli ultimi anni è notevolmente aumentata la diffusione del sistema CDR (Crash Data Retrieval) prodotto dalla BOSCH. Tale dispositivo consente di acquisire i parametri registrati dalla centralina degli airbag di un veicolo in caso di collisione, fornendo ai ricostruttori di incidenti stradali informazioni preziosi e non ottenibili in nessun altro modo.


Se non sai cosa è il CDR, di seguito ti propongo una breve presentazione. Altrimenti, puoi passare oltre. 

Cosa è il CDR?

La nascita del CDR Bosch (Crash Data Retrival) è legata allo sviluppo dei dispositivi Event Data Recorder (EDR), il cui scopo è "registrare per un breve periodo di tempo le informazioni tecniche di un autoveicolo, in caso di una collisione". L'adozione dei sistemi EDR negli autoveicoli è stata promossa, a partire dal 1998, dall'Ente americano NHTSA ("National Highway Traffic Safety Agency") ed è ad oggi obbligatoria per tutti gli autoveicoli venduti in USA e Canada (siano essi di produzione Americana, Europea o Asiatica). Al fine di poter accedere ai dati memorizzati negli EDR, la Bosch ha avviato, negli anni 2000, lo sviluppo di un sistema di acquisizione dedicato, che è, appunto, il CDR Bosch.

Come funziona?

Il CDR Bosch viene connesso da una parte all'autovettura (o alla centralina degli airbag) e dall'altra direttamente al computer. Utilizzando il software fornito assieme al dispositivo, la lettura dei dati avviene in automatico. L'utente deve semplicemente selezionare la marca e il modello di veicolo, ed inserirne il numero di telaio.

Le informazioni ottenute possono essere utilizzata efficacemente ai fini della ricostruzione di un sinistro stradale, per stabilire ad esempio:

  • Frenata, accelerazione, sterzata e altre azioni pre-urto
  • Durata e intensità degli urti subiti da un veicolo

​Tutti i veicoli in commercio possono essere interfacciati con il sistema CDR?

Per quanto sarebbe auspicabile che tutti i veicoli fossero compatibili con il sistema CDR, ad oggi non è così. Potenzialmente, tutti i veicoli potrebbero essere interfacciati con il CDR, ma in Europa, solo Toyota e Volvo hanno reso i loro veicoli accessibili.

Ciononostante, è comunque possibile leggere i dati memorizzati nelle centraline di altri veicoli, che "ufficialmente" in Europa non possono essere interfacciati con il CDR, utilizzando la cosiddetta tecnica del VIN SPOOFING.

In pratica, la lettura viene effettuata fornendo al software CDR non il numero di telaio del veicolo, ma un codice alternativo, che il sistema CDR riconosce come valido.

In questo modo, è possibile acquisire dati anche da quei veicoli che "a livello ufficiale" non possono essere interfacciati.


 Sul FORUM del sito, sezione CDR potrete trovare post relativi ai veicoli che è possibile leggere con il VIN SPOOFING.

 Come ultima domanda, viene spontaneo chiedersi: IL VIN SPOOFING è LEGALE?

Sebbene la BOSCH non incentivi direttamente tale pratica, l'utilizzo del VIN SPOOFING ad oggi non viola alcun accordo di licenza e può pertanto considerarsi legittima. Ovviamente, poiché la lettura viene effettuata utilizzando un codice alternativo, è necessario che l'utilizzatore verifichi attentamente i dati acquisiti e che li verifichi rispetto a tutti gli altri elementi di evidenza disponibili.

Nuovi post sul forum di PC-Crash.it
EES - lo sappiamo davvero stimare?

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Sei già un Utente? Clicca qui per accedere
Ospite
Lunedì, 14 Ottobre 2019

Cerca nel blog

Più Letti